Realtà Aumentata
La Realtà Aumentata potenzia la realtà e permette all’utente un’esperienza unica e affascinante al tempo stesso. Immaginare di indossare un prodotto, vivere in un’epoca passata, vedere realmente un oggetto che ci piace collocato in casa: questo crea il desiderio e orienta le nostre esperienze di acquisto.

Cos’è la realtà aumentata?

La Realtà Aumentata (AR da Augmented Reality) è una realtà arricchita di informazioni, di oggetti e dati “artificiali”, aggiunti – grazie a particolari strumenti digitali – alla normale realtà percepita dai nostri sensi. La Realtà Aumentata potenzia la realtà e permette all’utente un’esperienza unica e affascinante al tempo stesso. Immaginare di indossare un prodotto, vivere in un’epoca passata, vedere realmente un oggetto che ci piace collocato in casa: questo crea il desiderio e orienta le nostre esperienze di acquisto.

Nata per i videogiochi, la Realtà Aumentata ha oggi applicazioni sempre più performanti, basate principalmente sui dispositivi mobile (smartphone e tablet). È sempre più amata dai consumatori, utilizzata nel B2B, nel B2C e in strategie di marketing in diversi settori: architettura, design, industria, beauty, moda, turismo.

Non va confusa con la Realtà Virtuale (VR da Virtual Reality), che è invece la simulazione digitale della realtà e necessità di un’accurata ricostruzione grafica, e di sensori – come visori, auricolari, headset – che proiettano sensazioni ed emozioni in un esclusivo mondo virtuale.

Come funziona la realtà aumentata?

Può essere attivata in vari modi ma i principali sono due:

  • Realtà Aumentata da smartphone e/o tablet, sicuramente la forma più diffusa e conosciuta. Utilizzando i sensori dello smartphone (giroscopio, GPS, accelerometro e fotocamera) con la Realtà Aumentata (AR) sul display si può vedere l’ambiente in cui si trova l’utente, arricchito di tutte le informazioni aggiuntive non presenti nel mondo reale.
  • Realtà Aumentata tramite occhiali, che si può sperimentare principalmente tramite HoloLens 2 di Microsoft. In questa versione, HoloLens 2 combina un dispositivo senza cavi con App e soluzioni che aiutano ad apprendere, comunicare e collaborare in modo efficace.

La realtà aumentata con Kjosul

Kjosul è già pronto per la realtà aumentata. Come? Con il nostro sistema di digitalizzazione, gli oggetti preparati per il configuratore 3D Kjosul sono immediatamente utilizzabili anche per lo sviluppo della Realtà Aumentata con il solo ampliamento della parte di programmazione con un risparmio di tempo e denaro per il cliente.

Quali sono gli ambiti applicativi della realtà aumentata di Kjosul?

La realtà aumentata è già sfruttata in diversi settori, soprattutto nel campo commerciale per la produzione di servizi innovativi a supporto della vendita: basti pensare alla famosa App di IKEA che permette ai clienti di visualizzare i mobili all’interno della propria casa.

È una tecnologia molto versatile che non va a risolvere un problema preciso o particolare ma che diventa uno strumento con un grande potere abilitante. Ad esempio, gli ambiti medicale, industriale, sportivo e retail, offrono ottimi esempi di ricerche e progetti già realizzati, che raggiungono risultati sempre più positivi ed efficaci.

La realtà aumentata nel b2b

Il principale e più naturale supporto che l’AR può dare alle aziende è nei processi produttivi e manutentivi, fornendo informazioni aggiuntive e dati agli operai, istruzioni ai manutentori etc. Ad esempio in ambito di Realtà Aumentata business si potrà inquadrare una macchina e vedere intorno ad essa dati di funzionamento, indicazioni per la manutenzione, ecc.

La realtà aumentata nel marketing e nell’e-commerce

All’utente viene mostrato il prodotto, simulandone la presenza negli ambienti in cui potrebbe essere posizionato o, nel caso di accessori per la persona, mostrando in anteprima virtuale come sarebbe se indossato. Un esempio pratico? Le inserzioni di Facebook e Instagram che vi permettono di vedere sul vostro viso i nuovi modelli di occhiali dei brand più famosi.

Secondo recenti ricerche, circa il 40% dei consumatori sarebbe disposto a spendere di più per un prodotto se l’eCommerce da cui acquista offrisse un’esperienza di Realtà Aumentata. I dati di interazione sulle inserzioni Facebook e Instagram (che risultano tra le più elevate tra le esperienze offerte dalla piattaforma) sembrano confermare questo trend.

La Realtà Aumentata permette di fare un ulteriore passo nell’immaginario del cliente: non solo gli oggetti si vedono sul sito ma si vedono proiettati nella propria abitazione o su sé stessi, aumentando il desiderio di possesso.

Arte e fruizione turistica dei territori

La Realtà Aumentata è in grado di amplificare le esperienze artistiche e museali.

Non per nulla AR all’interno di siti archeologici (Past View), collezioni museali e mostre sono tra i più richiesti perché capaci di immedesimare l’osservatore regalando esperienze coinvolgenti. In ambito museale permette di creare percorsi immersivi per i visitatori, migliorando l’esperienza fornita dalle audioguide.

Progetti architettonici

La progettazione architettonica è uno degli ambiti più sfruttati per la AR.

Quale miglior modo per coinvolgere ed emozionare un cliente che mostrare, non solo nella superficie bidimensionale del foglio ma in tutte le sue dimensioni, un progetto? La Realtà Aumentata applicata ai modelli 3D mostra ogni minimo dettaglio, angolazioni diverse, e permette di interagire con un Rendering Real Time, aggiungendo anche caselle di testo informative, immagini e video.

Manutenzione da remoto nell’industria 4.0

I grandi impianti industriali, formati da componenti più o meno grandi (compressori, turbine, riduttori,ecc), spesso funzionano senza sosta, e in luoghi fisicamente lontani tra loro.

La manutenzione frequente di questi impianti, supportata con un servizio di manutenzione da remoto e combinata con le moderne tecnologie della Realtà Aumentata, può essere di notevole aiuto e tradursi in un aumento di produttività e di risparmio di risorse finanziarie.